Thursday, October 30, 2008

I POLITICI... SONO PROPRIO NECESSARI?...

Ieri sera ho partecipato a una festicciola, la prima festicciola delle feste natalizie. Il cibo era OK, ma il vino era una schifezza. Stupidamente, me ne son fatto tre bicchieri e mi ha sconvolto lo stomaco. E tuttora mi sento uno straccio. State bene in guardia!
Oh! E non vi ho ancora detto che ho anche mal di denti?
No?… Be’, ho anche mal di denti, e ho in mente una lunga lista di gente da mettere nella mia Lista “Nel Bersaglio”, cominciando dal mio fottuto dentista, una dentista anzi, e carina pure.
La settimana scorsa mi ha riempito una carie facendomi pagare $ 300 per il privilegio. Quando fini’, mi disse che la trapanazione era andato un po’ troppo vicino al nervo e che avrei sentito un po’ di dolore. Se il dolore sara' troppo forte – mi disse – dovro' farmi estrarre il dente oppure fare una devitalizzazione del dente, preferibilmente la seconda opzione perche’ costa di piu’.
Orbene, sto sentendo dolore, ma non molto forte – ANCORA! – soltanto molto irritante. Irritante abbastanza da mettermi di cattivo umore e con pensieri omicidi.
Ma si!... E’ ora di decidere. Chi entrera’ nella mia lista “Nel Bersaglio”?… Miriamo in alto, o meglio ancora, in basso - I POLITICI!
Sara' probabilmente un caso di "tu uccidi un uomo morto" perche' una buona parte dei politici sono anche avvocati, ma molti uomini politici hanno smesso di fare gli avvocati per entrare in politica - un mestiere ugualmente sporco e redditizio. Inoltre, diversi uomini politici non sono avvocati, e occorre immunizzarci anche contro questi virus.
Mi sono chiesto molte volte cos'e' che spinge uomini perfettamente normali a entrare in politica.
Ci sono due possibili spiegazioni. La prima e' abbastanza ovvia - probabilmente non sono persone perfettamente normali tanto per cominciare. Non sono perfettamente normali, ma sono persone molto intelligenti che si sono accorte che la politica - come il mondo dello spettacolo - ti puo' mettere alla ribalta. E, come il mondo dello spettacolo, ti puo' dare introiti molto piu' elevati di quelli guadagnati tramite un onesto lavoro.
Ho detto che sono "persone molto intelligenti", ma debbo ritrattare. Non tutti lo sono - alcuni politici hanno un'intelligenza ordinaria, e alcuni sono anche stupidi. Sono tentato ad indicare il Presidente Bush come un rappresentante di quest'ultima categoria, ma penso non sia cosi'. A mio parere, Bush ha un'intelligenza ordinaria. Ma sto divagando.
Tutti i politici, intelligenti, ordinari o stupidi, hanno pero' un' importante abilita' in comune - sono capacissimi ad intuire in che direzione soffia il vento. E, naturalmente, sono abilissimi a reagire di conseguenza, dando sostanza alla famosa battuta di Groucho Marx: "Questi sono i miei principi... e se non vi piacciono, ne ho altri."
L'unica altra possibilita' e' che si tratta di gente veramente onesta che entra in politica con una sincera voglia di fare del bene, gente che sinceramente vuole migliorare la nostra societa' governando bene.
Molti di questi ultimi, purtroppo - direi il 95% - si accorge in breve tempo che in politica non c'e' via di mezzo. Paradossalmente, cio' vuol dire che in politica SEI COSTRETTO a scegliere una via di mezzo, DEVI accettare un compromesso. E a questo punto entra di nuovo in scena Groucho Marx.
Il rimanente 5% che riesce a mantenere la propria integrita' e aderisce fermamente ai propri principi ha due scelte: o saranno talmente disillusi che smetteranno di fare politica oppure sopravviveranno politicamente ma solo a livello locale. E saranno magari molto benvoluti ed amati dai loro elettori, ma saranno anche segretamente o apertamente considerati dei fessacchiotti. Si'!... Fessacchiotti!
I politici hanno talmente inquinato l'ambiente che la gente non associa piu' la parola onesta' con la parola politica. Di conseguenza, se uno resta in politica a basso livello, che puo' pensare di lui la gente? Dira': "Si', e' onesto, ma chiaramente non e' uomo di politica con la P maiuscola, altrimenti non sarebbe ancora qui."
Ci sara' anche qualcuno che riconoscera' che l'assessore comunale Taldeitali e' rimasto in basso non per incapacita' ma per aver scelto di rimanere onesto, ma lo reputera' un fessacchiotto lo stesso. "E' veramente capace, e avrebbe potuto essere senatore, se solo avesse chiuso un occhio. Ma non e' stato furbo abbastanza..."
Che c'e' di male oggi in politica? E che si puo' fare per farla ritornare a cio' che dovrebbe essere, ossia il modo piu' sublime per aiutare l'umanita'? 
Minchia, in che guai mi sto mettendo?...
In quanto a cosa c'e' di male, la risposta e' semplice - TUTTO. Se l'opinione generale di TUTTI e' che i politici sono considerati peggio degli avvocati, peggio dei venditori d'auto usate, peggio della merda, non avete bisogno che io vi dica che c'e' qualcosa che non va in politica.
Se poi volete sapere cosa occorrerebbe fare per restaurarla a cio' che non e' mai stata ma che dovrebbe essere, allora ho qualche suggerimento.
Innanzi tutto, faro' una dichiarazione che sara' decisamente contestata come un'eresia. Ma la faro' lo stesso.
TUTTI I CONTRIBUTI FATTI AD UN PARTITO O AD UN QUALSIASI POLITICO SONO MAZZETTE, SONO BUSTARELLE, SONO CORRUZIONI.
"CHE COSA?
 Vuoi proprio dire TUTTI I CONTRIBUTI? Anche se io do' $ 5 per la campagna elettorale di quel tizio che vuol diventare consigliere comunale nel Terzo Distretto di una cittadina di provincia?"
SI'!
 Anche quella e' una bustarella, una corruzione!

"Ma io son certo che Tizio e' una brava persona, onestissima, che manterra' le sue promesse, che bla... bla... bla..."
BUSTARELLA! HAI CAPITO?... BUSTARELLA!
"Ma io voglio una persona onesta, uno che fara' un repulisti generale..."
BUSTARELLA! CAZZO!... MI STATE SENTENDO O NO!?!?
"Ma come si fa a fare una campagna elettorale senza soldi?"
Ed ecco qui il mio primo, vitale, MONUMENTALE contributo all'istituzione di un governo buono. Ovunque.
Se si preferisce il sistema di governo attuale con elezioni ogni 2, 4, o 6 anni, TUTTI i contributi NON dovrebbero essere donati ad individui o ad un partito. TUTTI i contributi dovrebbero essere raccolti in un fondo comune e condivisi ugualmente dai candidati.
Come stanno le cose adesso, molti capacissimi individui sono scoraggiati dall'entrare in politica perche' sanno che non hanno alcuna possibilita' di vincere contro candidati mega-milionari che possono permettersi di finanziare la loro campagna elettorale firmando un assegno, o contro politici eletti da sempre e finanziati dalle mazzette di individui e compagnie alle quali hanno fatto favori in passato.
Sotto le mie nuove regole, nessuno potra' spendere un solo dollaro dei suoi soldi per la propria campagna elettorale. Se sei un Kennedy, un Rockefeller, o un Berlusconi, e vuoi spendere i tuoi soldi, fai pure, ma devi metterli in questo fondo comune.
Chiunque ha interesse ad avere un governo onesto non dovrebbe avere alcuna obiezione ad avere una competizione equa ed imparziale.
Il mio secondo contributo all'idea di istituire un buon governo e' un tantino drastico - ELIMINARE LE ELEZIONI!
E' abbastanza drastico per voi? Il mio piano e' semplice. Ogni 2, 4, o 6 anni, a qualsiasi livello governativo, non si eleggerebbe nessuno, bensi' si farebbe una selezione di un certo numero di persone da una riserva di individui con un minimo di qualificazioni, una selezione effettuata a caso. Piu' o meno come oggi scegliamo una giuria per processi criminali.
Non ci sarebbe un presidente, un governatore, un sindaco, niente. Giusto come una giuria, questo corpo governativo sceglierebbe un portavoce che diventerebbe il rappresentante presidente senza veri poteri. Tutte le decisioni sarebbero fatte con un voto di maggioranza e, in caso di parita', vincerebbe il gruppo col voto del portavoce.
Chiaramente, il mio programma non potrebbe essere realizzato da un giorno all'altro. La gente dovrebbe essere informata e preparata all'eventualita' che in un vicino o lontano futuro potrebbe essere chiamata a servire la comunita'. All'uopo, le scuole dovrebbero provvedere classi civiche adatte specificamente a questa possibilita'.
So anch'io che la mia proposta ha bisogno di una messa a punto, una messa a punto piuttosto intensa direi. Ad esempio, come si sceglierebbe un Segretario di Stato? Del Tesoro? Dei Lavori Pubblici? Eccetera?...
Non son tanto sicuro che ce ne sia bisogno, ma assumiamo che sia necessario averli. Nuovamente, un gruppo di ben intenzionati individui puo' adempiere alle stesse funzioni meglio di un solo individuo. A mio modesto parere.
Riconosco che il mio e' un concetto rivoluzionario, ma credo che funzionerebbe perfettamente bene. Credo fermamente che gente ordinaria sia capace ad affrontare e a risolvere anche i piu' cruciali compiti e le piu' complicate situazioni.
Per farla breve - TUTTI GLI ATTUALI POLITICI DEBBONO SPARIRE, ANDARE VIA, preferibilmente alla ghigliottina, quella stessa istituzione cosi' bene usata a tale proposito durante la rivoluzione francese.
A proposito, non ricordo se lo ho gia' menzionato in primis, e voglio percio' precisare adesso che quando parlo di clero, avvocati, politici, e chiunque altro essere umano (si fa' per dire...) incluso nella mia lista "Nel Bersaglio", non mi limito a soluzioni locali. Per essere efficace, la mia "Soluzione Finale" deve essere GLOBALE. Anzi, COSMICA.

No comments: